Templari a Ferrara tra storia e leggenda

Convegno alla sala Estense con documentario e relazione di Paolo Sturla Avogadri

foto anjadi Anja Rossi

È proprio quando si pensa di conoscere bene Ferrara che questa città stupisce svelando nuove facce della sua magica storia. Venerdì 20 settembre, infatti, alle ore 20.45 presso la sala Estense si terrà il convegno “I Templari a Ferrara, tra storia e leggenda”, in cui si tratterà della presenza dei Templari sul territorio ferrarese attraverso documentazioni che non si trovano facilmente sui libri o nel web.

A illustrare l’iniziativa sono intervenuti il sindaco Tiziano Tagliani, il responsabile dell’ufficio Ricerche storiche del Comune di Ferrara Francesco Scafuri, il presidente dell’associazione De Humanitate sanctae annae Massimo Masotti e l’esperto di vicende templari legate a Ferrara Paolo Sturla Avogadri.

La serata del 20 settembre inizia dunque con Massimo Masotti, che introdurrà la questione dei Templari a Ferrara. Verrà poi proiettato un documentario a cura di Carlo Magri, un insieme di filmati dati dal cinema che raccoglie come un mosaico tutti i racconti storici sull’Ordine, dalla sua nascita fino al suo massimo splendore. Successivamente, Paolo Sturla Avogadri spiegherà al pubblico la missione dei Nove Cavalieri e Gianluca Lodi analizzerà il profilo storico di Guglielmo III degli Adelardi, personaggio chiave della vicenda ferrarese.

In seguito prenderà la parola Francesco Scalfuri, valutando la storia e i misteri dei luoghi templari a Ferrara e dando finalmente un po’ di chiarezza su un tema così affascinante, e, infine, Masotti trarrà le conclusioni del convegno “con una proposta per il futuro che fino al 20 settembre rimarrà una sorpresa”.

“Lo studio dei Templari – spiega Paolo Sturla Avogadri – è iniziato con una serie di elementi che mi avevano colpito. Partendo infatti dal nome di alcune località ferraresi, colsi che la città estense era collegata ad alcuni patroni dei Templari, come Egidio e Bartolomeo. Facendo delle ricerche non trovai però nulla. Nel 1987 iniziai così a ipotizzare dei collegamenti con la famiglia degli Adelardi e ora è arrivato il momento di parlarvene”.

Per il sindaco Tiziano Tagliani questo convegno, oltre ad essere un chiaro segnale di vivacità culturale espresso da Ferrara, sarà l’occasione perfetta per destare curiosità sulla storia della città, valorizzando il suo patrimonio attraverso nuove prospettive.

 

13 Commenti in: “Templari a Ferrara tra storia e leggenda”


  • Deca ha scritto il 16 settembre 2013 alle 18:12

    Quanti Cavalieri di Gerusalemme risultano censiti nel nostro territorio?

    Thumb up 4

  • Pape ha scritto il 16 settembre 2013 alle 18:34

    Ma dai ma Tagliani ha proprio poco da fare se si prende a cuore queste vicende che sinceramente non interessano a nessuno (forse solo a Sturla e Scafuri, del quale è stato scritto errato anche il cognome!). Tutto il resto può attendere…i templari no! Brao!

    Thumb up 4

  • elex ha scritto il 16 settembre 2013 alle 18:59

    complimenti agli organizzatori ed ovviamente agli studiosi.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 16

  • Andrea ha scritto il 16 settembre 2013 alle 22:09

    Io ne conosco uno ed è una persona integerrima e degnissima. Cmq, un pò di cultura in questa palude ferrarese di ignoranza non guasta.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 17

  • nutria incipriata ha scritto il 16 settembre 2013 alle 22:47

    Mi permetto di allegare questo link, sempre di Estense. com, che reputo un must per chi volesse meglio approfondire: http://www.estense.com/?p=250271
    ciao ciao

    Commento molto apprezzato! Thumb up 9

  • Roberto ha scritto il 16 settembre 2013 alle 23:35

    Sono stato anni fa, e mi sento raccontare che due sono i personaggi  del diavolo: Stalin e Napoleone. Sul primo potrei capire, sul secondo mi permetto di segnalare che proprio con le sue politichee e guerre espansionistiche ha creato i presupposti per far avere l’indipendenza a  molte nazioni, sulla spinta del risorgimento, e che con la sua riforma sul diritto civile sulla famiglia ha creato il presupposto sulla  modernitâ….forse gli rode perché si é tolto il diritto di successione al solo primogenito….loro in effetti sono primogeniti…andare é tempo perso…meglio un buon libro di storia obiettivo e non di parte

    Thumb up 0

  • bassan emanuela ha scritto il 17 settembre 2013 alle 9:09

    Anch’io sono dell’idea che un po’ di cultura non fa male. Se poi dopo il convegno uno vuole approfondire l’argomento, può sempre comperarsi un buon libro!

    Thumb up 4

  • libe.Fe dall'Ignoranza ha scritto il 17 settembre 2013 alle 11:23

    Beh, un minimo di fascino almeno qui c’è… piuttosto che i massoni.
    Ottimo link signora nutria.

    Thumb up 5

  • Si salvi chi può ha scritto il 17 settembre 2013 alle 12:39

    Altro centro sociale ….! Forse qui si balla!

    Thumb up 0

  • Arch. Lanfranco Viola ha scritto il 17 settembre 2013 alle 15:03

    Chissà se Sturla Avogadri parlerà anche dei 12 cavalieri ritrovati pochi anni fa, interrati sotto la Farmacia Sempreviva di piazza Trento Trieste ? vedi notizia del Carlino poi misteriosamente e volutamente,dimenticata http://www.metamorfosi-aliene.it/argomenti/archeologia/archeologia/201-antichi-cavalieri-sepolti-a-testa-in-giu.html

    Thumb up 2

  • Italo Fasciato ha scritto il 17 settembre 2013 alle 16:34

    Che polemica vorrebbe attizzare signor Viola?
    Lei ha qualche notizia in più o sono le sue solite illazioni?
    Ricordo anch’io quella notizia e mi piacerebbe avere lumi da chi conosce qualche dettaglio.

    Thumb up 1

  • Paolo Sturla Avogadri ha scritto il 17 settembre 2013 alle 17:31

    Riguardo ai 12 Cavalieri ritrovati (pare) sotto la pavimentazione della Farmacia Sempreviva, era già mia intenzione farne cenno ipotetico nella mia prossima conferenza, che terrò il 22 Ottobre p.v. alle ore 17 c/o la Sala Agnelli – Biblioteca Ariostea, dal titolo: “Ferrara 1333: una vittoria dimenticata”. Grazie dell’attenzione. Arrivederci.

    Thumb up 3

  • robi ha scritto il 19 settembre 2013 alle 16:01

    ottima considerazione signor Liberiamo Ferrara dall’ignoranza, senonchè le vite (ed alcuni Rituali)dei Templari sono commisti con quelle dei Massoni, ed ora tenga fede al suo nome e liberi Ferrara dalla sua presenza

    Thumb up 0

Scrivi un commento

Estense.com si riserva il diritto di cambiare, modificare o bloccare completamente i commenti sul forum. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della redazione, ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento che se ne assume le relative responsabilita'. Non saranno pubblicati i commenti che contengono elementi calunniosi o lesivi della dignita' personale o professionale delle persone cui fanno riferimento.

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine


Ti rimangono caratteri disponibili. (Caratteri massimi: 1000)

Copyright © 2014 estense.com. Testata giornalistica on-line d'informazione, registrazione al Tribunale di Ferrara n. 5 del 2005 - Realizzato da: skande.com | Powered by ITestense
Direttore responsabile: Marco Zavagli - Redazione: Scoop Media Edit - via Alberto Lollio, 5 - 44121 Ferrara - Tel. 0532 1864180 - Fax 0532 1864181 - INVIO COMUNICATI
Editore: Scoop Media Edit soc. coop. - via Lollio, 5 - 44121 Ferrara - Tel. 0532 1864180 - Fax 0532 1864181 REA/R.I.: 195108 - P.IVA/C.F.: 01755640388 - C.S.: EUR 6.125 i.v.
Registro op. Comunicazioni (ROC) nr.: 20627