ven 10 Mag 2013 - 545 visite
Stampa

Tresigallo diventa una “Città Giardino”

Al via il progetto del tutto verde: tra convegni, estemporanea artistica e pranzi a tema

cittàgiardinodi Elisa Fornasini

Tresigallo. “Col verde vivo avvivavano il luccicare de fiori sopra tremolanti: e sotto il ciel placido e fosco parevano gli alberi spandere per più rigogliosa la vita”. E’ con questa citazione dello scrittore Niccolò Tommaseo, che ribadisce l’importanza del verde nelle città, che parte l’iniziativa “Tresigallo Città Giardino”.

Il progetto è organizzato dal gruppo Scrittori Ferraresi, dall’associazione SlowTourism Club e da Torri di Marmo. La comunione di intenti delle tre associazioni è di stimolare la salvaguardia del patrimonio paesaggistico e uno stile di vita che si ponga in rapporto armonioso con l’ambiente. Per far questo prenderanno il via una serie di eventi e manifestazioni che si svilupperanno nelle giornate di domenica 26 maggio, 15 settembre e 22 settembre.

Il 26 maggio, dalle 10.30 presso la casa della Cultura di Tresigallo, si svolgerà l’iniziativa “Una mattinata per Torri di Marmo”, con una conferenza a cui parteciperanno il primo cittadino, l’architetto e ospite d’onore Roberta Fusari, Stefano Muroni, Francesco Emiliani, Giuseppe Muroni e Alessandro Castaldini. Per l’occasione verrà presentato il nuovo sito internet dell’associazione Torri di Marmo, ideato e realizzato dai quattro soci fondatori. “Il sito sarà attivo dal 26 maggio – annuncia Stefano Muroni, presidente dell’associazione – e il nostro intento è di farlo diventare anche il primo portale turistico della città, per favorire il turismo tresigallese”. A seguire, presso villa Baglioni di Rero, è previsto un pranzo a tema con un menù del tutto verde.

Dopo la gastronomia e la cultura si passa all’arte. Il 15 settembre dalle 9 si terrà l’estemporanea artistica “Tresiart day”. Lo sfondo metafisico della cittadina farà da cornice per l’originale estemporanea che vedrà competere scrittori, filmaker, fotografi, pittori e poeti nella rappresentazione di inediti squarci del territorio. Il tema portante della giornata è “Tra futurismo e metafisica. Tresigallo, città del silenzio” che potrà essere interpretato con libertà di tecnica e secondo il gusto personale del partecipante. Il 22 settembre verranno decretati i vincitori e si terrà la cerimonia di premiazione: per il primo classificati di ogni categoria (pittura, fotografia, scrittura, video turistico) sarà possibile allestire una mostra personale a Tresigallo.

tresigallo1Sempre per il 15 settembre si terranno anche visite guidate a bordo della mitica Fiat Balilla.

lIl ciclo di manifestazioni si concluderà il 22 settembre dalle 10.30 presso la casa della Cultura con il convegno “L’importanza del verde nelle città”, a cui parteciperanno prestigiosi architetti del C.e.s.a.r. (centro Studi sull’Architettura Razionalista) di Roma. A seguire è previsto il pranzo a villa Baglioni dove avrà luogo anche il reading poetico del gruppo Scrittori Ferraresi.

Alla presentazione del progetto sono intervenuti il presidente di Torri di Marmo Stefano Muroni, la presidente SlowTourism Club Emilia Romagna Manuela Fabbri, la presidente del gruppo Scrittori Ferraresi Gianna Vancini e il sindaco di Tresigallo Dario Barbieri. Tutti gli organizzatori si dicono soddisfatti del progetto “sia per il connubio di arti che riusciremo a mettere in campo, sia perché il verde non è solo un bel colore ma rende la vita migliore”.

“Tresigallo ha già la cultura del verde – commenta orgogliosamente il primo cittadino. – A dimostrazione di ciò la raccolta differenziata è al 70%, abbiamo piantato 500 alberi dal 2003, c’è un parco per ogni borgata. Questo quindi è il traguardo naturale e sarà un punto di partenza per gli sviluppi futuri. Inoltre non bisogna dimenticare che il Comune ha ottenuto il riconoscimento di città d’arte del ‘900 per lo stile architettonico e urbanistico razionalista”.

Stampa
  • Laura Rossi

    Complimenti a tutti per queste ammirevoli iniziative. Mi duole, però constatare che il Cristo donato da mio zio Piva, lo scultore ferrarese, non abbia ancora avuto una giusta collocazione… La sua messa in opera, promessa in atto di donazione, avrebbe dovuto essere  sul sagrato della Chiesa di Tresigallo, con il consenso sia del parroco che del sindaco Barbieri. L’ inaugurazione era stata datata per i primi giorni di febbraio, visto che la grande scultura di circa 5 metri era già stata consegnata qualche mese prima e cioè nel 2012,…. ed ora dove si trova? Mi è stato riferito che sarebbe una questione di carattere economico nella costruzione di un basamento di cemento che la sorregga…Possibile che in tutta la popolazione di Tresigallo non vi siano un muratore volontario che abbia voglia di fare qualcosa per la Comunità? Ed è mai possibile che non vi sia un rivenditore di cemento che abbia voglia di donare un po di materiale? Mi sto meravigliando e non poco, non solo,..continua…

  • Laura Rossi

    continua…Trovo questa situazione alquanto vergognosa e mi sto arrabbiando! Non è possibile non riuscire a fare un basamento in cemento… Se la scultura non verrà collocata a dovere, prenderò seri provvedimenti.

  • Laura Rossi

    Oggi ho preso contatti ed ho inteso, finalmente, dove sta il problema, che un vero problema non è. Si tratta semplicemente di questioni burocratiche che dovrebbero essere risolte al più presto dalla Sovraintendenza ai Beni Artistici  nel  momento in cui avrà visionato il progetto di messa in opera, con sicurezza, la scultura del Cristo. Il progetto del basamento è già stato fatto ma non si può nascondere che vi sono anche problemi economici che mi auguro si possano risolvere in breve tempo. Attendiamo fiduciosi….

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi