mar 19 Mar 2013 - 1626 visite
Stampa

La foto di Aldrovandi: “Pubblicarla era necessario”

"Ossigeno per l'Informazione" apre una riflessione sulla scelta di Estense.com di usare ancora l'immagine del cadavere di Federico

patrizia moretti 2“Ossigeno per l’Informazione”, l’osservatorio sui giornalisti minacciati in Italia promosso da Fnsi e Ordine dei Giornalisti, torna sulla polemica tra il sindacato di polizia Coisp ed Estense.com in merito all’opportunità di pubblicare la foto di Federico Aldrovandi senza vita, che il nostro quotidiano aveva scelto di mostrare a corredo di un editoriale (vai all’articolo) che criticava un volantino Coisp nel quale Federico Aldrovandi veniva definito un ‘drogofilo’.

L’articolo di “Ossigeno per l’Informazione”, a firma di Matteo Finco (www.ossigenoinformazione.it), parte dalla stessa domanda che ha suscitato discussioni: è giusto ripubblicare dopo sette anni la foto del cadavere di Federico? E’ una riflessione, quella che ha voluto avviare ‘Ossigeno’, attraverso alcune interviste e dichiarazioni. A partire da quella dell’inviato di ‘Liberazione’ a Ferrara, Checchino Antonini, che racconta di come la decisione di pubblicare quella foto all’epoca fu “rapida, istintiva”, con l’obiettivo di “scuotere l’opinione pubblica (ed anche i miei colleghi giornalisti) che non si rendevano conto di ciò che era effettivamente accaduto”. Scelta condivisa dalla stessa madre di Federico, Patrizia Moretti, per la quale “è stato giusto pubblicare quella foto ed è giusto ripubblicarla ogni volta che qualcuno rimette in discussione una verità ormai accertata anche sul piano giudiziario”.

Una foto che, come ricorda Matteo Finco nel suo articolo, fu importante all’epoca per far luce su una verità nascosta, ma che in seguito i giornalisti non usarono più, fino alla decisione del direttore del nostro quotidiano, Marco Zavagli, di affiancarla al suo editoriale del 3 marzo scorso. A difenderlo in un suo intervento è stato tre giorni dopo il presidente dell’Ordine dei Giornalisti, Enzo Iacopino, che aveva però invitato i giornalisti a cancellare dagli archivi quella foto. Un richiamo indiretto alle norme deontologiche – come sottolinea Finco – e, in particolare, alla Carta dei Doveri dei giornalisti, dove la pubblicazione di foto di questo genere viene vietata salvo che non sussistano “preminenti motivi di interesse sociale”. E’ lo stesso Zavagli a ‘Ossigeno’ a spiegare le ragioni di tale scelta: “C’è ancora chi vuol far passare quella tragedia come un incidente, cancellando di fatto sette anni di ricerca di verità e giustizia. Contro un’operazione del genere ho ritenuto che servisse a sua volta ripartire da lì, da quella foto per ricordare che quella morte è un omicidio colposo, non un incidente”. Scelta difesa da Patrizia Moretti, che ha dichiarato a “Ossigeno” di ritenere necessario anche ora pubblicare quell’immagine: “Basta guardare alcuni commenti, pieni di menzogne, postati all’articolo di Zavagli. Commenti del genere vanno avanti da otto anni. Chi li fa in realtà conosce sia la foto sia le sentenze del tribunale in tutti i gradi di giudizio, ma continua a sostenere una versione diversa, in cui Federico viene descritto come un ‘tossico’, un ‘matto’. L’unica soluzione perciò è stata pubblicare ancora la foto, perché essa, da sola, racconta tutto ciò che è successo. È estrema, ma mette in luce la verità”.

Stampa
  • Matteo Tomasi

    Con tutto il rispetto che impone tale situazione e i fatti connessi, chiedo: quando ci si metterà una pietra sopra questa vicenda?

  • Salama da sugo

    Perché c’é il dubbio che era un tossico? Perché sarebbe stata chiamata la polizia allora? Perché portava rose in via ippodromo? Ma vaaaaa vaaaaaa vaaaaaaaa i genitori di questo defunto diano in beneficenza i soldi che hanno preso. Allora crederemo alla loro buona fede! 

  • caos

    era necessario questo articolo??? E Basta, perfavore!!

  • ergatto

    Chiamasi : ossessione monotematica.

  • nadia

    ma mettiamo il caso che fosse stato un drogofilo!!!! e non lo era, stiamo giustificando ciò che gli è stato fatto????
    patrizia non mollare fai giustizia per federico fino a che ti rimangono le forze per farlo, e se da tutto questo ne avete ricavato del denaro……..sai che ti dico goditelo!!!!!

  • http://estense.com Gabriella

    @Salama da sugo : primo la perizia medico legale non ha rilevato la presenza di sostanze stupefacenti se non un tasso di alcolici minimo a quello punibile con un multa in caso una persona fosse al volante e dosi di morfina bassissime , probabilmente prodotte dal cervello perche’ in seguito alle lesioni , l’ organismo cercava di combattere l’ intenso  dolore fisico …Metterci una pietra sopra? Matteo se uccidessero tuo figlio e per questo chi l’ ha […], dopo una seria di tentativi di depistaggio , scontasse una pena residua di sei mesi detentivi ti daresti pace? Io no.

  • http://estense.com Gabriella

    Sembra che ognuno di voi abbia figli immacolati . Mi ricordo che in Terza media il Preside della Scuola faceva accuse infondate ai ragazzini / e dando loro delle poco di buono e drogati …Suo figlio e’ morto di over dose , noi siamo ancora qui …

  • cv

    ma che ossigeno…….e’ monossido di carbonio per una testata faziosa

  • http://estense.com Gabriella

    Ma come fate ad essere davvero cosi? Ma siete sicuri ma davvero sicuri che le disgrazie tocchino sempre agli altri? E poi il riferimento ai soldi risarciti alla famiglia? Goderseli come?

  • andrea

    Cose come queste non vanno dimenticate. Ogni tanto vanno ricordate alle anime belle che preferiscono rimuovere i problemi nascondoli sotto i tappeti…

  • elex

    Se la redazione ha pubblicato la foto del cadavere per ” rispondere” ai commenti favorevoli alla polizia, significa che la testata non si limita a fare informazione, ma si mette al servizio della parte che sostiene. Per le motivazioni espresse dovrebbe pubblicare anche le foto dei cadaveri divenuti tali per interventi chirurgici o cure sbagliate da medici incompetenti o superficiali, anche questi casi vengono definiti “omicidi colposi” ………quando vi deciderete TUTTI a dare un po di pace a quel povero ragazzo? […] Strilli, schiamazzi, riflettori,commenti, rabbia, vendetta e addirittura denaro onorano la perdita di quel figlio? Questa è l’espressione del dolore? Il risultato alla fine è molto squallido: l’opinione pubblica che si divide fra chi è pro madre o pro polizia….e la foto di quel povero ragazzo portato alla ribalta di un massacro mediatico, ma quante volte deve morire il povero Federico?

  • @FoCuS@

    …. ANCORA!!!!!

  • Rumble

    Non entro nel merito della questione Aldrovandi…

    Sulla questione foto pubblicata come al solito i giornalisti cercano la notizia shockante che “vende”, anche qui su, speculando sulle foto di un cadavere per guadagnare visite.

  • http://estense.com Gabriella

    @Elex scusa ma cosa significa essere pro madre o schierati dalla parte delle forze dell’ ordine …Perche’  gli appartenenti alle forze dell’ ordine da chi  sono stati partoriti scusa? Pro madre …

  • Andromeda

    La foto è sempre necessaria per ricordare a chi avesse rimosso.
    I 4 DEVONO ESSERE ESPULSI DALLA POLIZIA DI STATO.

  • galle valentia

    Povera ferrara…con tutti questi cittadini padani-fascisti-grillini….

  • http://uantoal Gianluca

    A mò????????????Che lagna!

  • Corradi

    non siamo più sul ridicolo ma sullo squallido!ogni ragazzo o persona che viene ammazzata in italia porta tutto questo strascico? fatela finita!.

  • PROVOCATORE

    Tutti i commenti sono apprezzati, ma adesso l’unica cosa importante è che i 3 POLIZIOTTI ancora in via Arginone, 327 escano al più presto dal carcere e tornino presto ad indossare la LORO DIVISA. W LA POLIZIA DI STATO. Dopo la loro uscita dal carcere 2.000.000 di basta a questa brutta vicenda. W LA POLIZIA DI STATO

  • INNOMINATO

    @alex inizia TU a dare l’esempio affinchè si dia un pò di pace a quel ragazzo. Io sono per i 2.000.000 di basta. […]

  • http://estense.com Gabriella

    @Elex tanto per renderti chiaro il concetto noi cittadini , non vogliamo retribuire organi dello Stato , Forze dell’ Ordine che agiscono abusando del loro Potere e con violenza! Spero di essere stata esaustiva …Non si tratta solo di essere solidali con la vittima al contrario di chi la colpevolizza( come nei casi di femminicidio) e idolatra la divisa( solo perche’ divisa) , trascurando che sotto quella divisa ci sono esseri umani .  Se volete fare della stupidita’ un monumento , liberissimi .

  • Luca Morganti

    Purtroppo la reazione del sindacato di polizia ci toglie ogni residuo dubbio sulla reale natura delle forze dell’ordine di questo Paese. Chi ci protegge dai “tutori” della legge e dai loro abusi? Lo scandalo non sarebbe stata l’esistenza di mele marce all’interno di una struttura deputata al rispetto ed all’applicazione della legge. Lo scandalo è l’appoggio che simili individui hanno ricevuto – e continuano a ricevere – e la mitezza della pena alla quale sono stati condannati! Grazie per questo spazio e totale solidarietà ai Familiari del ragazzo [ucciso] ed a chi si batte per la Giustizia.

  • il pane e le rose

    Sapete che vi dico? Avete rotto voi che dite basta.Ma basta cosa? Perché secondo voi giustizia è stata fatta? Oggi mi son svegliata str… e auguro di cuore […].Già ma a loro,convinti come sono di essere sempre nel giusto ,non possono capitare queste cose!
    Alla redazione: avete fatto bene a pubblicare la foto,anche se fa male.Ma dopo quello che han detto i colleghi dei 4 […]era il minimo.
    E giusto per chi avesse da ridiresull’anonimato: mi chiamo Fiamma Schiavi

  • redmi

    Si poteva mettere una foto di Federico  vivo per l’articolo  ,ma penso che quella  non avrebbe avuto un gran numero di visite.

  • popov

    ma l’informazione non abusa mai?

  • Andromeda_jus

    Visto che si è tornati alla foto incriminata, che sembra sia l’ unica prova che abbia convinto l’ opinione pubblica su quanto accaduto quella mattina in via Ippodromo.
    Non entro nel merito dell’ opportunità di pubblicare quella foto per un rispetto verso Federico mica per altro, ho ritenuto poco sensibile e di pessimo gusto che fosse proiettata su uno schermo gigante sabato pomeriggio in Piazza Castello, 
    Poichè la foto è al centro  non voglio chiamarla polemica , ma scontro fra opinioni diverse.
    che peso ha avuto questa foto nelle varie perizie, come è stata periziata?

  • Andromeda_jus

    Stralcio dell’ articolo di cui sopra .
    “Una foto che, come ricorda Matteo Finco nel suo articolo, fu importante all’epoca per far luce su una verità nascosta”

    Quale verità nascosta ?

    “da quella foto per ricordare che quella morte è un omicidio colposo, non un incidente”

    omicidio colposo non volontario ..

  • Michele

    A tutti quelli che vengono qua a scrivere basta…
    NON SIETE OBBLIGATI A LEGGERE!!!
    Se l’argomento non vi interessa basta non cliccare sul link!
    Se ad altri invece interessa, hanno tutto il diritto di essere informati.
    Dira Basta è una gravissima forma di stupidità.

  • Geronimo

    @Gabriella giusto per notizia le riporto gli esiti. Pag 157 senenza di I° grado:

    I risultati ottenuti erano i seguenti: valori ematici di morfina pari a 0.36 μg/ml ed
    urinari di 21.7 μg/ml; rilevati inoltre a livello biliare, valori di morfina pari a 70
    μg/ml. Si rilevavano valori di ketamina pari a 0.04 μg/ml a livello ematico e livelli <
    0.01 μg/ml nella bile, nonché un tasso alcolemico pari a 0.4 g/ l. Negativa la ricerca
    generica di altre sostanze a carattere acido, neutro e basico nel sangue e nel
    contenuto gastrico.
    Rinvenuta una modesta quantità di alcool etilico nel sangue pari a 0,4 g/L.
    In sede di valutazione la consulente tossicologa osservava che il dato tossicologico
    rilevato indicava una modesta assunzione di bevande alcoliche, di eroina e di ketamina. Grazie..
    Per la foto mi sono già espresso..

  • annaclara

    @Michele bravisssimo peccato che la stessa cosa vale per te. Puoi anche evitare di leggere e anche commentare, storie del genere che ormai hanno un stufato, 2.000.000 di volte che legge e scrive. BUON DIVERTIMENTO

  • http://facebook ARMANDO

    adesso la sig. aldrovandi, vuole anche  sindacare l’operato di un Giudice…….?????? siamo proprio nel ridicolo…..!!!!!!  qualcuno si deve mettere in testa, che sono uguali agli altri detenuti. speriamo che sia la volta buona……..

  • popov

    si potrebbero pubblicare anche le foto di morti di tumore e incidenti stradali per “preminenti motivi di interesse sociale” ?

  • popov

    anzi subito sui pacchetti di sigarette e sulle etichette degli alcoolici

  • Ale

    NON BASTA MAI !!! BISOGNA SEMPRE PARLARE DI FEDERICO E DI QUANTO GLI HANNO FATTO!!! E’ UNA BRUTTA STORIA DI MALAPOLIZIA!!! FUORI DALLE FORZE DELL ‘ORDINE I QUATTRO CHE HANNO UCCISO FEDERICO!!!!

  • brancaleone

    @ Andromeda-jus. Riguardo al tuo post delle 14,08: “Tetigisti acu”. Ottima domanda.

  • annaclara

    Mi son veramente rotta degli spiritosoni che mi clonano il nickname. A che scopo? Si potrebbe chiedere alla redazione che i nick fossero univoci con un meccanismo come quello che si usa in certi siti “nickname già presente”? In teoria  sti tizi potrebbero usare il mio nome per fare affermazioni che sostengono autori di reati e la cosa non mi piacerebbe affatto

  • annaclara

    Il problema di quella foto è semplicemente inesistente, creato ad arte dai soliti sostenitori dei quattro “grandi ed eroici” poliziotti per dar contro a una testata che fa il suo dovere di INFORMARE. La foto in questione è (purtroppo) arcinota da anni, l’ho vista personalmente su siti accessibili a tutti. Ripeto, problema inesistente 

  • LUCREZIA

    Cara Salama da Sugo, già il nome dice quanto sei […] ,ma comunque mi auguro che un giorno […] forse capirai cosa vuol dire perdere un figlio anche se forse neanche allora sarai in grado di capire!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Andromeda_jus

    @annaclare visionata sui siti?
    Allora cosa significa ciò?
    Ho fatto una domanda diversa, perchè non mi risponde .
    Ricordarsi in generale, che la rete non è la verità assoluta ..

  • Gabriella

    Ma come si può difendere l’indifendibile?E se anche fosse stato un tossico cosa che non era,perchè mai quattro individui sarebbero stati chiamati?Smettetela di parlare a vanvera e vergognatevi.E comunque si evince molto chiaramente che tutti coloro che difendono quei quattro oltre a dimostrare la loro grande ignoranza,ne fanno una questione di fazioni e di corporativismo e la prova più chiara è il tentativo di depistaggio avvenuto da subito.Un delirio di onnipotenza e la convinzione di essere intoccabili come se far parte della polizia manlevasse da onestà e dovere

  • http://pp ah ecco

    aldrovandi.com

  • Angela

    @andromeda . È’ inutile che tu giri e rigiri intorno alla foto, da ciò’ che scrivi si capisce che non sai proprio nulla di tutto il processo e di quanto è’ emerso (perizie e testimonianze) nelle 39 udienze che hanno portato alla CONDANNA PER OMICIDIO dei quattro tuoi amici. Erano in quattro armati di manganelli, tutti con il doppio degli anni di Federico che era SOLO DISARMATO E NON STAVA COMMETTENDO ALCUN REATO. Lo hanno “bastonato di brutto x mezz’ora” x poi lasciarlo sull’asfalto con 54 LESIONI E IL CUORE SPACCATO. NON SI SONO FERMATI NEPPURE QUANDO IL RAGAZZO IMPLORAVA “BASTA” e “AIUTATEMI”!!!!!!NESSUN MINIMO GESTO DI UMANA PIETÀ’ VERSO QUEL RAGAZZO, NE’ PRIMA, NE’ DOPO, LASCIATO SU QUELL’ASFALTO 5 ORE SENZA LO STRACCIO DI UN LENZUOLO (nel video della Polizia scientifica si sente pure ridacchiare) […]

  • Andromeda_jus

    @Gabriella allora perchè è stato chiamato l’ intervento delle forze dell’ ordine .?
    L’ obiettivo che si vorrebbe raggiungere è valutare senza preconcetti tutta questa storia .
    Personalmente io argomento le mie opinioni , gli altri ripetono come un mantra sempre la stessa cosa .
    Nessuno vuole difendere l’ indifendibile, ma che esistesse equilibrio nel giudizio .

  • Andromeda_jus

    @Angela se lei mi avesse seguito nei commenti non affermerebbe ciò.
    Pongo la domanda anche a lei, perchè i residenti di Via Ippodromo hanno chiamato le forze dell’ ordine alle cinque del mattino di una domenica?
    Lei afferma che il ragazzo è stato lasciato per 5 ore sull’ asfalto senza essere coperto da un lenzuolo vero.
    Ma come mai perdeva ancora sangue dopo 5 ore quando giunto cadavere all’ obitorio ?
    Ho questa curiosità .. 

  • Angela

    @Andromeda mi chiedo come mai rompi le p…a noi e non ti vai ad informare x conto tuo! Guarda che ce la puoi fare!!! Basta che digiti: motivazioni sulla sentenza di condanna processo Aldrovandi e trovi tutte le motivazioni in I, II e III grado, inoltre trovi tutte le fasi del processo, tutte le perizie e tutte le testimonianze….basta volerlo fare ed avere la mente aperta alla VERITA’ anche se non Ti piacera’!!! Rispondo, cmq, alla tua prima domanda, poi arrangiati! La Sig.ra Chiarelli ha chiamato i carabinieri xche’ sentiva le urla venire dal parchetto di via Ippodromo, dato che i brogliacci delle chiamate sono stati, poi, contraffatti (infatti ricordo le altre 2 condanne x depistaggio a vario titolo x altri 2 poliziotti della Questura di Ferrara) si puo’ dedurre (ci sono le destimonianze) che Alfa 3 fosse gia’ sul posto e ci fosse gia’ in atto la prima collutazione tra Federico e Pontani e Pollastri che poi, infatti, chiamano Alfa 2 con la Segatto e Forlani..ora informati da sola

  • Geronimo

    No cara Angela il ” si può dedurre” lo usa Caruso e non ci sono testimonianze come dice lei anzi quando è arrivata la figlia a cui la madre ha dato il tiro della porta questa dichiara che la Polizia non c’èra ma nonostante questo per Caruso non è credibile… Ricordiamoci che questa ricostruzione stà proprio sul “si può dedurre” il che non è al di là di ognin ragionevole dubbio.
    Le ricordo anche due assoluzioni per i depistaggi fra cui quella del Dr. Marino che a quanto pare ha detto il vero, quindi chi ha mentito?
    @annaclara le foto non si guardano sul Web ma sulla memory card della macchina fotografica.. ripeto si legga l’enciclopedia del corpo umano è capirà che fatta così non ha senso..

  • Geronimo

    Scusate ma ho invertito i ruoli è la madre che va a casa dalla figlia vedi pag. 232 e seguenti sent. Caruso.

  • Angela

    Caro Geronimo sei tu a non essere informato!!! Ci sono altre testimonianze, ad es. del volontario dell’ambulanza che, prima di entrare in servizio, vede il lampeggiante di Alfa tre ben prima della chiamata ai carabinieri, ma poi arrangiati anche tu a documentarti!!!! (se non fosse cosi’, infatti, che bisogno avevano i tuoi amici a correggere gli orari delle chiamate?!?! anche un bambino lo capirebbe!!) E’ INUTILE CHE DIFENDIATE L’INDIFENDIBILE!!!!!!!

  • Andromeda_jus

    @Angela sta perdendo la pazienza e usando anche termini volgare, questo significa che forse la sto mettendo in un angolo , guardi sono molto informata con la differenza che io leggo le sentenze sicuramente non chiedo di essere informata da lei oppure da altri che scrivono che si arrogano il diritto di essere paladini della verità assoluta , quando poi non hanno neanche le basi di minima conoscenza giuridica e medica .
    Ascolti bene le dichiarazioni dei residenti di Via Ippodromo rese in aula di udienza e le testimonianze degli amici di Federico e le obiezioni sia del Pm che della difesa.
    Se non trova il link chieda glielo posto io , ma penso non avrà difficoltà è una persona informatatissima sui fatti.
    Comunque non ha risposta alla mia domanda sulla foto, visto che lei sa tutto ….

  • Angela

    @Andromeda povero tesoro, 6 proprio convinta/o di quanto affermi!? Buon per te! D’altronde, non si è’ mai abbastanza intelligenti per far capire ad un ignorante quanto è’ ignorante. ORA  E  SEMPRE GIUSTIZIA PER FEDERICO!!!

  • Andromeda_jus

    @Io ho fatto una domanda, ancora non ho ottenuto alcuna risposta .
    quello che affermo è sulla base delle mie conoscenze mediche , se lei visto che è molto intelligente riesce a spiegarmi cosa avviene durante lo stato di rigor mortis, l’ ignorante che sarei io sono ben disposta a leggere la sua risposta 
    Siete anche monotoni , la giustizia per Fedrico è stata fatta nella sede naturale un’ aula di giustizia , cosa desiderate ancora ?

  • Angela

    @Andromeda Sei tu  e  quelli come te a non accettare le sentenze, in caso contrario il Coisp non avrebbe avuto bisogno di girare con un furgone bardato di striscioni vergognosi…..Non ti pare?!?!?!?! Io non sono un medico MA HO SEGUITO TUTTE LE 39 UDIENZE IN QULL ‘AULA B DEL TRIBUNALE DI FERRARA x tanto tu non puoi dirmi nulla che io gia’non sappia!!!!! O ritenete che i cittadini non siano in grado di capire con il loro cervello da aver bisogno di sindacalisti / interpreti!!???!!!!!!???

  • Carola

    Pienamente d’accordo con Angela! Il Tribunale di Sorveglianza di Bologna: ” Non riesce il Tribunale ad individuare qualsivoglia elemento di meritevolezza atto a sostenere la concessione e poi la corretta fruizione, ai fini rieducativi dei benefici penitenziari, atteso che nessun percorso di rieducazione e recupero può’ in concreto ipotizzarsi”!  Abbastanza chiaro Andromeda e Geronimo???????

  • Andromeda_jus

    @Angela e Carola
    Ma è difficile capire che il Coisp ha accettato la sentenza, non accetta la gogna mediatica e che nessuno in Italia vada in carcere per omicidio colposo.
    Seguire le udienze in tribunale non è garanzia totale di aver capito, il Coisp non come obiettivo di fare da interprete con i cittadini,  ma chiede un confronto con la cittadinanza .
    Perchè il giudice non ha disposto l’interdizione temporanea o definitiva dai pubblici uffici?

  • Carola

    Stralcio dalle motivazioni:”Tanti giovani studenti, ben educati, di buona famiglia, incensurati e di regolare condotta, con i problemi esistenziali che caratterizzano i diciottenni di tutte le epoche, possono morire a quell ‘età’. Pochissimi, o forse nessuno, muore nelle circostanze nelle quali muore Federico Aldrovandi: all’alba, in un parco cittadino, dopo uno scontro fisico violento con quattro agenti di polizia, SENZA ALCUNA EFFETTIVA RAGIONE”.

  • Andromeda_jus

    @Carola allora?
    Fortunatamente  questi casi sono rarissimi, ma può capitare .
    “SENZA EFFETTIVA RAGIONE” non significa che sia stato ucciso …

  • Geronimo

    @Angela Lei ha ragione in parte perché dovrebbe finirire di leggere quello che dice Caruso!! non scrivere quello che le fà comodo.. Vede al teste Solmi vengono contestate in aula le dichiarazioni perché nel 2006 davanti al P.M. aveva riferito diversamente, per cui le parti , dice Caruso concordano di acquisire quelle del 2006 perché più veritiere.. Nel 2006 davanti al P.M. Solmi disse che il suo arrivo poteva anche essere alle 5.45 di aver sentito i primi versi e rumori, di non aver visto auto della polizia e di essere entarto a cambiarsi. Solo all’uscita vede passare l’auto con il lampeggiante acceso e Caruso deteremina l’ora a qualche minuto prima delle sei. PAG 248-249 Sent Caruso. Opinione personale, le volevo far notare che l’infermiere non parla mai di altre persone per cui non vede la madre della Chiarelli che obbligatoriamente gli deve passare davanti e siccome le Chiarelli termina la telefonata alle ore 05.49 (pag. 233) o Solmi non c’era o si stava cambiando..

  • Geronimo

    @Angela come ho giè ripetuto più volte, ho sempre rispettato le sentenze, qui io non ho mai difeso nessuno ho solo specificato alcune cosette secondo me imprecise, perché a forza di dire che gli asini volano poi qualcuno ci crede…. Vede Caruso nel suo rigore ha seguito una certa linea lasciando comunque aperte altre valutazioni come quando si parla del classico bicchiere lei lo vede mezzo pieno io lo vedo mezzo vuoto… non c’è bisogno di alzare la voce….

  • Carola

    @Andromeda “non significa che e’ stato ucciso….” ?!?!?!?!?!?!?!?!?!?! ?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?! NO COMMENT!!!!

  • Midollino

    INDIFENDIBILI.
    E IMPRESENTABILI CHI LI DIFENDE.

  • Andromeda_jus

    @Carola se fosse stato ucciso volontariamente non crede che il capo di imputazione sarebbe stato diverso dall’ omicidio colposo?
    Per esempio omicidio volontario.
    Comunque mi spiega il motivo perchè una volante alle cinque di una domenica mattina si trovava in Via Ippodromo mica in Viale Cavour?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi